giovedì 13 febbraio 2014

Profumo di pane

Penso sia evidente che mi piace preparare in casa pane e affini. Grazie al contest "Riscoprire l'Antiqua tradizione", organizzato da Cucina Semplicemente con la collaborazione di Farina Antiqua,ho avuto la possibilità di provare queste farine macinate a pietra. La prima cosa con cui mi sono cimentata è stato ovviamente il pane.

Un pane semplice (un tempo lo si faceva con farina, acqua, sale, lievito e nulla più e questa semplicità ritengo esalti il sapore della farina... io ci ho messo comunque un po' d'olio perchè alla mia famiglia piace di più così):

200 gr di pasta madre
450 gr di farina Antiqua tipo 2
300 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di EVO
2 cucchiaini di sale

La sera, ho sciolto la pasta madre nell'acqua tiepida, quindi ho aggiunto la farina, l'olio e - solo ad impasto già omogeneo - il sale (perchè se il sale entra a contatto diretto con la pasta madre blocca la lievitazione).








Ho fatto due giri di pieghe a tre, ho pirlato l'impasto e l'ho messo a riposare per tutta notte al calduccio.



Eccolo bello cresciuto :) (l'ho messo in una teglia per "arginare" la crescita, evitare che esploda in larghezza).



La sera successiva è stato cotto: infornato a 250 per circa 30 minuti.

Non abbiamo resistito e lo abbiamo assaggiato ancora caldo... più di metà pagnotta è sparita in un lampo, neppure il tempo di fare le foto!


Con questa ricetta partecipo al contest indetto da Cucina Semplicemente in collaborazione con Farina Antiqua macinata a pietra.