giovedì 7 agosto 2014

Torta delle rose con pasta madre, ripiene con Nutella e scaglie di mandorla

La torta delle rose è un dolce tipico del mantovano e della zona del lago di Garda. Sembra fosse presente alla corte dei Gonzaga e che sia comparso per la prima volta al matrimonio di Isabella d'Este con il marchese Francesco II.
La farcitura "giusta" sarebbe una crema di burro e zucchero. La mia è ripiena di Nutella e scaglie di mandorla.

In questo caso, poi, l'ho preparata con l'esubero della pasta madre e sono davvero contenta del risultato.


Bella vero? Sulla bontà dovete fidarvi... qui è sul vassoio golden age di Poloplast, comodissimo con il suo coperchio per portarmela in montagna :P

Andiamo con ordine:

la sera ho sciolto 250 gr di esubero di pasta madre in 300 ml di latte a temperatura ambiente, ho quindi aggiunto 650 gr di farina 00, 120 gr di burro (fuso) ed infine 120 gr di zucchero.
Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, ho fatto una palla che ho lasciato riposare un paio d'ore. L'ho quindi stesa con il mattarello (circa 3 / 4 mm) e ricoperta di Nutella e scaglie di mandorla:


ho poi tagliato a strisce con il tagliapasta e le arrotolate, disponendole nella teglia rivestita con carta forno


hanno riposato tutta notte ed al mattino erano così:


decisamente più "cicciotte"

Ho infornato a 200 per circa 40 minuti, controllando con uno stuzzicadenti la cottura della rosa più interna ed appena sfornata era così:


L'ho fatta raffreddare sulla gratella e poi messa sul vassoio golden age di Poloplast, usandolo con il suo coperchio come scatola per torte (come vedete qui sotto è stata subito assaggiata)