mercoledì 18 novembre 2015

Plum cake light

Il plum cake è un dolce che collego all'infanzia... la domenica, per un certo periodo, c'è stato in tavola come "ospite fisso" il classico plum cake con l'uvetta. Ogni tanto lo preparo, non spesso come vorrei perchè richiede circa un'ora per la cottura e questo complica le cose, cucinando dolci soprattutto la mattina prima di andare in ufficio...

Ma la domenica c'è più tempo ed allora mi sfogo ^_^


(Vassoio trinato di Poloplast)

Venendo al lato pratico: per questo plumcake - glassato alla vaniglia - servono:

250 gr farina 00
100 gr zucchero
8 gr lievito
1 pizzico sale
175 ml latte (ho usato quello scremato senza lattosio - l'unico ormai che c'è in casa)
50 ml olio di semi di arachide
1 uovo (ne avevo solo uno ed il risultato mi ha piacevolmente sorpreso)
1 cucchiaio di essenza di vaniglia

Ho mescolato i liquidi, un po' come se facessi i muffin


e li ho aggiunti ai solidi


versando poi il composto così ottenuto nello stampo


e ho infornato a 185° ca per circa 55 minuti (fate sempre la prova dello stecchino!)


L'ho lasciato raffreddare e quindi tolto dallo stampo

                        (Vassoio trinato di Poloplast)                     (Vassoio trinato di Poloplast)

 Ho infine preparato la glassa con zucchero a velo alla vaniglia e acqua (lo zucchero a velo è zucchero a velo normale a cui avevo unito tempo fa un bacello di vaniglia e lasciato nel vasetto perchè ne assorbisse l'aroma)


e l'ho versata sopra il plumcake lasciandola colare lungo i lati

 (Vassoio trinato di Poloplast)

A noi è piaciuto molto... spero piaccia anche a voi...

Con questa ricetta partecipo al contest di Pentagrammi di Farina 




Qualcuno aveva dubbi sul fatto che sarei risultata, fra le varie opzioni, "maniaca della colazione"????