mercoledì 7 ottobre 2015

Torta con prugne secche

Alla fine ce l'ho fatta: ho trovato un dolce che contenga frutta e piaccia anche a mia figlia (finora l'unico modo per farle mangiare un dolce con la frutta cotta era frullarla prima di inserirla nel dolce in modo che non la si sentisse...)


In questa torta ho messo le prugne secche senza nocciolo di Monte Ré, azienda nata alla fine degli anni '60: fino ad allora la coltivazione di prugne per l'essiccazione era prerogativa di Stati esteri. Mi piace che il loro bacino di origine dei prodotti coltivati e commercializzati sia tuttora il territorio italiano.
Sbirciando sul loro sito ho scoperto anche alcune "curiosità": lo sapevate che l'essiccazione ha una durata media di circa 30 ore e che per ottenere un chilo di prugne secche ne servono 3 di prugne fresche?

Ho pesato 200 gr di prugne secche senza nocciolo di Monte Ré


e le ho tagliate a pezzetti


In una terrina, ho sbattuto due uova con 200 ml di latte e 50 ml di olio di semi di girasole, aggiunto 60 gr di zucchero e 250 di farina, una bustina di lievito ed infine le prugne secche senza nocciolo di Monte Ré

Ho versato il composto nella tortiera, una ed infarinata

 (il contenitore dello zucchero è il portagranelle di Poloplast)

spargendo sulla superficie dello zucchero gros grain


ed infornato a 190° per circa 40 minuti (fondamentale la prova dello stecchino, sempre!)


Fatta raffreddare, trasferita sul vassoio liscio di Poloplast e...


una fetta ha subito preso il volo!!!


Che ne dite, invitante, vero?